La colazione dei campioni (di salute)!

Una pubblicità, molto nota tempo fa, utilizzava lo slogan “colazione dei campioni”, definendola come sana e adatta agli sportivi. Secondo il nostro modesto parere, tale definizione dovrebbe essere attribuita a tutt’altro tipo di alimentazione poiché la colazione per essere davvero salutare deve essere un pasto completo.

Ma andiamo per gradi, molti si saranno già sentiti dire che la colazione è il pasto più importante della giornata… Sicuramente è uno dei più importanti dopo un intera notte a digiuno: avremo bisogno di carburante per il cervello e i muscoli, per questo è fondamentale che la colazione sia ricca di nutrienti nella giusta proporzione. Questo ci permetterà di mettere in moto il nostro metabolismo, migliorare la concentrazione, avere più energia e non sentirci subito affamati nel giro di un ora! (tramite il controllo dell’indice glicemico)

In definitiva fare una buona colazione bilanciata ci permetterà di assumere i nutrienti necessari a inizio giornata e di non doverci poi abbuffare la sera quando non avremo bisogno di ulteriori energie (e calorie) da spendere.

Purtroppo però come, la precedente pubblicità citata ci insegna, la colazione sana non è poi così diffusa. Alice e io cercheremo nelle pagine del nostro blog di darvi alcune ricette specifiche in tal senso ma qui, in questo articolo, mi limiterò a darvi dei consigli generali sulla base della nostra esperienza.

Innanzitutto appena alzati, prima di mangiare, sarebbe buona norma bere dell’acqua (a temperatura ambiente), e se avete necessità di attivare ancora di più il vostro metabolismo, depurare il fegato e innalzare le difese immunitarie, aggiungere del succo di limone fresco. Dopodiché potete procedere con la vostra colazione che dovrebbe comprendere tutti i i nutrienti (proteine, grassi, carboidrati, vitamine e fibre), apportati in modo bilanciato e, necessari al nostro organismo, per lavorare in modo ottimale e non avere sbalzi glicemici o carenze.

Ad esempio, se si pensa alla classica colazione all’italiana composta da cappuccio e brioches, sappiate che non ha nulla di bilanciato! Qui l’ago della bilancia è pesantemente sull’asse degli zuccheri e dei grassi (saturi tra l’altro) e così appesantirete i vostri organi con un superlavoro: lo sviluppo di insulina così creato deve riportare a livelli normali la glicemia, e il picco glicemico generato vi farà in realtà venire fame molto presto nonostante l’apporto notevole di calorie vuote (perché povere di nutrienti). Incredibile ma vero, dove noi italiani siamo bravissimi, ovvero la cucina, siamo anche il popolo che sbaglia di più a colazione. Infatti la colazione cosiddetta continentale è molto più completa a patto di bilanciare bene gli alimenti (non solo uova e bacon per capirci). Cosa mangiare allora?

In realtà ci si può davvero sbizzarrire perché può essere sia salata che dolce. E qui si tratta di gusti! Il mio palato da italiano la preferisce dolce ma ci sono numerose possibilità. Se, come me, preferite il dolce, attenti agli zuccheri aggiunti: i miei zuccheri provengono semplicemente dalla frutta o dal miele, e poi non mi faccio mai mancare datteri al naturale e frutta di stagione. Riguardo ai cereali, mi raccomando che siano integrali (leggete sempre gli ingredienti perché molto spesso aggiungono zuccheri), ma io ne faccio anche a meno e preferisco le colazioni Paleo: così sostituisco ogni tipo di cereale o farina con le farina di mandorle, cocco, castagne, canapa. Evito inoltre il latte: ma non ditemi che credete ancora alla favola che il latte serve per il calcio? è un argomento lungo da spiegare, che riprenderò in un altro articolo, ma sappiate che il calcio presente nel latte non è assimilabile dal nostro organismo, inoltre l’acidità del latte non farà altro che peggiorare l’assimilazione di calcio. Quindi consiglio di sostituire con un buon tè verde (meglio se non in bustina, noi usiamo il Bancha). Anche il caffè sarebbe da limitare il più possibile al mattino poiché rallenta il metabolismo, mentre potrete concedervene uno dopo pranzo (ad esempio il caffè-latte risulta essere una bomba anti-salute).

Quindi un buon esempio di colazione dolce potrebbe essere composto da un pancake cucinato con le farine sopra citate e l’aggiunta di albume o proteine dell’uovo in polvere (si veda qui una delle ricette di Alice): in questo modo avrete un dolce soffice da abbinare alla frutta e alla frutta secca (i grassi buoni che non dovrebbero mai mancare). Questo genere di colazione è quanto ci prepariamo al mattino quando ci aspetta una giornata intensa che prevede un allenamento. In alternativa, nei giorni che seguono l’attività sportiva bisogna considerare che il nostro corpo deve integrare una quantità di proteine superiore per ricostruire il muscolo “lesionato” dall’attività fisica, quindi alla immancabile frutta e frutta secca, sostituiamo i pancake con dello Yogurt greco 0%, che apporta una quantità di proteine elevatissima. (in questo caso faccio uno strappo alla regola dell’alimentazione Paleo, poiché i latticini non sarebbero ammessi, ma non mi ritengo un ferreo esponente, ne traggo solo ispirazione per alcune considerazioni valide)

Ma veniamo alle colazioni salate: come vi dicevo, non sono il mio forte ma una volta a settimana mi sembrano un’ottima alternativa al posto dello yogurt greco. Quindi una bella omelette composta da Uova da allevamento biologico a terra o, meglio ancora, approvvigionate da qualche contadino: sappiate che l’apporto di Acidi grassi Omega 3 da galline “ruspanti” è nettamente superiore e, per questo, sono da preferire. In alternativa potreste fare una omelette con gli albumi e aggiungergli un affettato. Dopodiché non dimenticate mai il vostro te verde, la frutta e la frutta secca!

In conclusione, non dimenticate di visitare la sezione “colazione” per ulteriori spunti.

 



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.