Lo spuntino e la merenda come abitudine quotidiana

Io e Alessandro abbiamo l’abitudine di fare sia lo spuntino che la merenda ogni giorno. Per noi questi due pasti hanno molta importanza in quanto ci aiutano a tenere attivo il metabolismo e a non arrivare troppo affamati al pasto successivo (rischiando poi di appesantirci con quantità eccessive).

Cosa preferiamo?

In realtà ci piace cambiare, in base alla voglia, in base alla disponibilità e in base alla giornata (se ci siamo allenati o meno).

Durante le giornate di allenamento preferiamo abbinare della frutta fresca a della frutta secca in quanto la necessità di zuccheri è maggiore. La mia frutta secca preferita è senza dubbio la mandorla; ne tengo sempre un sacchetto a casa e uno al lavoro in modo da averle sempre a disposizione.

Ogni tanto mi piace anche variare quindi prendo dei mix di frutta secca (soprattutto quando sono in giro o al lavoro) che possono contenere anche frutta disidratata. Ce ne sono tantissime in commercio, le ho assaggiate quasi tutte! Quelle nella foto le prendo raramente in quanto contengono frutta zuccherata, che se pur in minima quantità preferisco evitare.

Come frutta fresca direi che seguo il mio motto valido anche per la verdura: “verdura e frutta di stagione!”; la mia preferita è senza dubbio la mela, purchè sia aspra e croccante! Quando sono a casa mi piace tagliarla a pezzi e spolverizzarla con la cannella..la mia passione!

Un’altra merenda che mi piace tanto è un estratto di frutta e verdura (abbinato sempre alla mia porzione di frutta secca); scelgo il tipo di estratto in base alla disponibilità di frutta e verdura che ho a casa ma una regola fissa c’è sempre: “mai solo frutta”. Tendo ad abbinare almeno 3 tipi diversi di vegetali, molto spesso una verdura e due frutti (uno dei quali è quasi sempre il limone). 

Di seguito riporto alcune ricette prese da un libro utilissimo che mi è stato regalato da Laura, una mia cara amica, che suddivide gli estratti in base alle stagioni in modo da avere sempre sotto mano gli ingredienti giusti:

Inverno:

  • mela, sedano e limone
  • spinaci, pera e limone (abbinate sempre il limone agli spinaci per far si che l’organismo assimili più facilmente il ferro contenuto negli spinaci)
  • barbabietola rossa, carota, mela e limone
  • kiwi, spinaci e finocchi
  • carota, mela, limone e zenzero

Primavera:

  • carota, fragola, pompelmo
  • fragola, ciliegia, finocchio e limone
  • finocchio, sedano, pompelmo
  • fragola, barbabietola, limone e zenzero

Estate:

  • albicocche, ciliegie, cetriolo
  • mirtilli, cetriolo, limone
  • zucchine, pesche, limone
  • cetriolo, rucola e limone
  • prugne, lattuga, limone
  • albicocche, limone e melone
  • cetriolo, anguria e zenzero
  • melone, cetriolo, limone e sedano
  • anguria e zenzero

Autunno

  • pera, melograno e sedano
  • mela, finocchio, limone e zenzero
  • melograno, finocchio e mela
  • uva, sedano, carota e limone
  • pera, uva e melograno
  • broccolo, finocchio, sedano e limone

Come aggiunta finale mi piace utilizzare polvere di curcuma, bacche di goji, polvere di spirulina (solo se nell’estratto c’è una buona quantità di limone che tende a coprire il gusto forte e preponderante di questa alga), succo di Aloe, cocco rapè, semi di canapa o di chia per rendere l’estratto ancora più sfizioso.

Per quanto riguarda invece le giornate in cui non ci alleniamo, tendenzialmente uno dei due spuntini preferiamo farli più proteici quindi abbiniamo sempre la frutta secca ad una fonte proteica che varia dallo yogurt bianco, yogurt greco e petto di tacchino o bresaola affettati. Quest’ultimo me lo concedo raramente in quanto, come tutti gli affettati, contiene una buona quantità di sale che preferisco non assumere abitualmente.

Lo yogurt che scelgo è sempre bianco (quelli alla frutta hanno zuccheri aggiunti) e 0% di grassi; preferisco aggiungere i grassi con della frutta secca limitando l’apporto di grassi saturi dei latticini. Allo yogurt, aggiungo poi la cannella o il cacao amaro in polvere, a volte i semi di chia, a volte quelli di canapa… insomma mi piace cambiare in modo da variare sempre gusto e profilo nutrizionale.

Per completare  lo spuntino e aumentare il quantitativo di liquidi assunti bevo sempre un infuso alla frutta, un tè (il mio preferito è sicuramente quello alla vaniglia) o una tisana.



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.