Pranzo al sacco alternativo

Quante volte ci troviamo in condizioni di dover pranzare in giro? Che sia d’estate in spiaggia, in primavera durante una scampagnata in montagna oppure in qualsiasi momento in cui non abbiamo tempo di sederci al tavolo. Per noi organizzare dei pasti al sacco è un piacere! Ci piace mangiare bene sempre, quindi abbiamo deciso di comprare questi bento box (lasciandoci ispirare dalla cucina giapponese) che contengono diversi scomparti in modo da poterci sbizzarrire con diversi alimenti.

Nel coperchio sono contenute le posate, quindi potremo consumare il nostro pasto ovunque e in qualunque momento!

Fino a pochi anni fa quando sentivo parlare di “pranzo al sacco” pensavo ad un panino avvolto nella stagnola (il mio preferito era pane arabo con bresaola e rucola oppure tonno e pomodori) e un frutto; ad oggi mi sono resa conto che invece si può spaziare di più con gli alimenti “trasportabili” e che, soprattutto, mi piace mangiare bene anche quando sono in giro tutto il giorno. Inoltre, mi sazia molto di più un pasto come quello della foto piuttosto che un panino e un frutto (provare per credere). Poi, per rendere più sfizioso il pasto, potete sempre portarvi un pezzetto di cioccolato fondente.

Questa soluzione è molto pratica per chi non ha tempo di rientrare a casa per la pausa pranzo e quindi deve necessariamente pranzare al volo.

Ultimo, ma non per importanza, un buon motivo per scegliere un pasto così equilibrato ma leggero è l’effetto che provocherà sulla nostra efficienza: considerando che, se dobbiamo pranzare al volo vuol dire che abbiamo una giornata carica di impegni, avremo necessariamente bisogno di energie e non dovremo addormentarci sulla scrivania…rischio in cui potremmo incappare scegliendo un pasto ricco di carboidrati e zuccheri.

Ingredienti:

Molto spesso, per praticità, inseriamo dell’insalata verde come base del nostro pasto, a cui aggiungiamo tanti alimenti nutrienti e colorati; in questo caso abbiamo del tonno in scatola al naturale, un uovo sodo, del tacchino affettato e dell’avocado. Per guarnire il tutto bacche di goji e semi di zucca.

Questi box sono molto pratici perché nel tappo è contenuto un piccolo contenitore in cui versiamo olio (rigorosamente extra vergine di oliva) e aceto balsamico che uniremo alla nostra insalatona al momento del consumo.

Nella foto in basso a destra, invece, ho preparato i miei pasti per una giornata passata in giro, quindi oltre al pranzo mi sono organizzata con lo spuntino di metà mattina e la merenda di metà pomeriggio; così facendo ho la possibilità di mangiare i cibi che scelgo per me senza dovermi accontentare del classico panino del bar o dello snack confezionato per la merenda.

Ho scelto uno spuntino a base di verdura cruda (carote e finocchi) e le mie amate mandorle (ricche di acidi grassi essenziali e proteine);

per il pranzo una misticanza verde a cui ho aggiunto tonno al naturale, tacchino affettato e olive taggiasche; i miei amati semi di zucca come guarnizione non mancano mai! Per merenda una pera e il resto delle mandorle.

L’unica cosa che prendo rigorosamente al bar è l’immancabile caffè espresso!

Con questo metodo oltre che guadagnarci dal punto di vista della salute, ci guadagnerete anche dal punto di vista del portafoglio!

Valori nutrizionali:

Ovviamente in questo caso i valori nutrizionali variano a seconda degli ingredienti che inseriremo; a tal proposito mi piace cercare sempre di bilanciare i miei piatti in modo da avere a disposizione tutti i nutrienti (proteine, grassi e carboidrati), quindi la scelta di cosa mettere e in che quantità avviene anche in base a questo.

Provare per credere: sentirete la differenza tra un panino con prosciutto e formaggio e una bella insalata colorata e ricca di ingredienti (la verdura è sempre e solo un contorno…per il resto ci affidiamo ad altri alimenti che contengono proteine e grassi che ci sostengono sia dal punto di vista nutrizionale che calorico); la sazietà non sempre è direttamente proporzionale alle calorie assunte: gioca un ruolo fondamentale la “qualità di calorie”, quindi la differenza sostanziale tra i due pasti è proprio questa!

Tempo di preparazione:

Vi assicuro che preparare uno di questi box non vi porterà via tanto tempo: in realtà esattamente come farcire un panino! Inoltre molto spesso il tempo è relativo, è l’organizzazione a fare la differenza.

 



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.