Torta Camilla proteica

Domenica pomeriggio… e fuori piove! Cosa c’è di meglio che preparare qualcosa di dolce per la merenda? Oggi ho rivisitato una delle mie torte preferite, la torta di carote, per una versione Fit, proteica, senza farina e zucchero. Si tratta quindi di un “dolce” leggero e perfetto per accompagnare un tè caldo in un pomeriggio umido come questo.

Di conseguenza questa versione è adatta anche ai celiaci in quanto priva di glutine. E si presta bene anche per essere utilizzata a colazione.

Ingredienti per 4 porzioni:

40gr. di farina di mandorle
140gr. di carote
1 arancia
40gr. di proteine in polvere (gusto vaniglia)
1 uovo
12gr. di burro di mandorle (o burro di cocco)
1 cucchiaino da caffè di stevia in polvere
bicarbonato e limone q.b.
1 cucchiaio di semi di chia (o scaglie di mandorle pelate)

Preparazione:

Come prima cosa ho pelato le carote, le ho lavate e grattugiate con una grattugia a fori larghi; dopodiché le ho unite alla farina di mandorle, alle proteine e al succo dell’arancia spremuta.

Dopo aver dato una prima miscelata, aggiungere l’uovo, la stevia e il burro di mandorle, facendo in modo di scioglierlo completamente (potete sostituirlo con la stessa quantità di burro di cocco precedentemente riscaldato leggermente per renderlo liquido).

A questo punto unire un cucchiaino di bicarbonato facendolo reagire con il succo di mezzo limone per stimolare la lievitazione; non essendoci farine con glutine non aspettatevi una grande lievitazione quindi l’altezza della torta dipenderà dalla teglia utilizzata. In questo caso io ho utilizzato una teglia da plumcake larga 10cm e lunga 25cm. Il risultato è una torta alta circa 3cm.

Prima di infornare a 180 gradi per circa 10-15 minuti, imburrate la teglia con olio di cocco, poi, una volta versato l’impasto nello stampo, ricopritelo a piacere con i semi di chia o con le mandorle a scaglie. Quest’ultima operazione è facoltativa, ma conferirà croccantezza alla superficie.

P.s.: se vi piace sentire il gusto dell’arancia potrete utilizzare anche la scorza grattugiata ma attenzione a due cose: 1) che sia biologico perché i pesticidi utilizzati sugli agrumi sono particolarmente nocivi; 2) cercate di evitare di grattugiare anche la parte bianca della scorza perché causerà un sapore amarognolo.

Valori nutrizionali per 1 porzione:

Calorie: 179 Kcal
Carboidrati: 9gr. (di cui zuccheri 3,3gr.)
Grassi: 10,4gr.
Proteine: 13gr.
Fibre: 2,3gr.

Tempo di preparazione:

20 minuti.



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.