Gelato al latte di cocco (paleo)

L’estate sta arrivando e si ha sempre più voglia di mangiare un bel gelato.. questo, per noi che abbiamo estremamente limitato i latticini e gli zuccheri, risulta quindi un alimento che può considerarsi a tutti gli effetti uno sgarro…

Abbiamo quindi cercato e scoperto come realizzare un gelato senza ricorrere al latte vaccino. Il modo migliore è quello di usare il latte di cocco: va bene quello che trovate nei mini brick in tetra-pack, o lattina, con concentrazione di cocco di almeno 60%.

Il vantaggio di questa ricetta è di non aver bisogno della gelatiera per ottenere un buon gelato cremoso. Va solo tenuto a mente che la base di gelato che si otterrà avrà un gusto decisamente “coccoso” quindi è consigliato poi miscelarlo con i gusti che preferite.

Qui vi illustreremo come fare la base di un “paleo gelato” a cui potrete aggiungere a seconda dei gusti: cacao, vaniglia, cocco grattuggiato, cannella, etc.

N.B.: Piccola considerazione in merito al consumo di questo alimento in un alimentazione bilanciata. Pur essendo una preparazione che fa uso di ingredienti consentiti nella dieta paleo, si tratta pur sempre di un alimento con una forte dominanza di grassi saturi; questo di per sé non è un problema se state bassi con la quota di carboidrati e se svolgete un’attività sportiva regolare. Resta il fatto che non bisogna comunque abusarne.

Ingredienti per 2 persone:

400 ml. di latte di cocco in lattina o tetra-pack (con concentrazione min. 60%, esempio: latte di cocco Suzi Wan)
Stevia
Aromi a scelta per i vari gusti

Preparazione:

Iniziate nel riporre il latte di cocco nel suo contenitore originale nel frigo per qualche ora. Dopodiché, senza agitarlo, riponetelo in freezer ancora per almeno un altro paio di ore. Questo procedimento serve a far separare la panna dall’acqua di cocco naturalmente presente. La parte di panna verrà in superficie e quando andremo ad aprire il contenitore dovremmo facilmente poterla separare e mettere in un contenitore. Qui andremo a frullare la panna con un frusta per farla montare.

Da qui otterrete sarà proprio una panna montata di cocco che andremo a riporre momentaneamente in frigo.
Attenzione: questo processo di separazione è di fondamentale importanza poiché se sarà presente la parte di acqua nella panna di cocco questa non monterà più come necessario.

Nel frattempo, andremo ad aromatizzare l’acqua di cocco (precedentemente ottenuta) con quello che preferiamo. Ad esempio se volessimo realizzare il classico gelato al cioccolato, uniremo all’acqua di cocco del cacao amaro in polvere a cui andremo ad aggiungere 1 cucchiaio di cacao amaro e 1 di stevia per ogni porzione di gelato (quindi raddoppiare la dose per 2 persone). Non appena la miscela sarà omogenea andremo a riporla in una vaschetta in freezer dove, ogni 15′ min, andrà mescolata per evitare la formazione di un unico blocco di ghiaccio.

Quando avrete ottenuto una crema densa, sarà quindi il momento di amalgamare i due composti. A questo punto il vostro gelato è pronto e potrete decidere di mangiarlo subito o di riporlo in una vaschetta in freezer per un utilizzo successivo. Ricordatevi soltanto che, quando deciderete di consumarlo, andrà estratto dal freezer in anticipo.

Valori Nutrizionali indicativi per 1 porzione nella versione al cioccolato:

Calorie: 125 Kcal.
Carboidrati: 7 gr.
Grassi: 9,5 gr.
Proteine: 3 gr.
Fibre: 2,5 gr.

Valori Nutrizionali indicativi per 1 porzione nella versione al cocco grattuggiato:

Calorie: 155 Kcal.
Carboidrati: 2 gr.
Grassi: 15,5 gr.
Proteine: 2 gr.
Fibre: 1,5 gr.

Tempo di preparazione:

15′ min di lavorazione manuale più il tempo necessario in freezer.



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.